Sierologico Sars-Cov-2

Nel nostro laboratorio è possibile eseguire il test per la ricerca degli anticorpi diretti contro il virus Sars-Cov-2.

Il nostro test sierologico fornisce la risposta relativa a 3 classi di anticorpi:

  1. IgG

  2. IgM

  3. IgA

Il nostro test è un dosaggio immunoenzimatico realizzato in automazione che garantisce le seguenti sensibilità e specificità analitiche:

  • Anticorpi IgG: sensibilità 100% - specificità 99,6%

  • Anticorpi IgM: sensibilità 87,7% - specificità 98,1%

  • Anticorpi IgA: sensibilità 95,2% - specificità 99,5%

I dati di sensibilità e specificità sono quelli riportati dal produttore di questo kit sierologico (DIESSE) e si riferiscono ad almeno 10 giorni dall'insorgenza dei sintomi.

I test possono essere effettuati tutti i giorni, dal lunedi al sabato, dalle 7:30 alle 10:30, anche non a digiuno, in entrambe le nostre sedi: Via XX Settembre 14/9 - Matera e Via Dante 148 - Matera. E' anche possibile effettuare una prenotazione (facoltativa), utilizzando il pulsante in alto.

Per accedere al test è obbligatorio fornire i dati del proprio Medico Curante, al quale verrà notificata l'eventuale positività.

Domande frequenti

Qual è la differenza tra tampone e sierologico?

Il cosiddetto "tampone" è un esame "diretto", che rileva cioè la presenza del virus Sars-Cov-2 sul materiale biologico prelevato con un tampone rino-faringeo. La positività al tampone significa pertanto "presenza del virus". La negatività al tampone significa invece "assenza del virus".

Il cosiddetto "sierologico" è un esame che rileva la presenza di anticorpi prodotti dal nostro organismo in risposta ad una infezione da parte del virus Sars-Cov-2. La positività al test sierologico significa che il nostro organismo è venuto a contatto con il virus. La negatività al test sierologico significa che il nostro organismo non è venuto a contatto con il virus.

Questo grafico mostra una elaborazione dei dati di letteratura sull’andamento nel tempo (giorni) dei positivi da SARS-CoV-2 in relazione al titolo anticorpale IgG IgM IgA in confronto alla PCR (test molecolare eseguito su tampone). Come si vede nel grafico, nei primi giorni dopo il contagio solo il tampone (PCR, linea fucsia) risulta positivo, mentre gli anticorpi sono assenti. Successivamente, alla positività del tampone si associa la rilevabilità degli anticorpi nel sangue, prima della classe IgA (verde) ed IgM (blu) e poi della classe IgG (rosso). Proseguendo durante i giorni/settimane, la quantità degli anticorpi IgG ed IgA cresce, mentre decresce quella degli anticorpi IgM, che restano comunque rilevabili anche a distanza di settimane. Ad infezione risolta il tampone si negativizza e restano in circolo solo gli anticorpi, IgG ed IgA, mentre le IgM diminuiscono benché possano essere ancora rilevabili. L'andamento qui descritto è generico e può comunque variare da persona a persona.

Cosa significa la positività al test sierologico?

La positività al test sierologico indica la presenza di anticorpi prodotti dal nostro organismo in risposta ad un contagio da parte del virus Sars-Cov-2. Gli anticorpi possono essere del tipo (classe) IgG oppure IgM. In genere gli anticorpi della classe IgM segnalano un’infezione recente in atto, mentre gli anticorpi della classe IgG segnalano un’infezione risolta e l’acquisizione di una immunità (memoria immunologica). Tuttavia nel caso del virus Sars-Cov-2 questa dinamica è ancora del tutto da chiarire per cui la presenza di anticorpi (di qualsiasi classe) suggerisce, in via precauzionale, l’opportunità di effettuare un tampone per assicurarsi che l’infezione non sia in atto. Per quanto riguarda i casi di presenza dei soli anticorpi della classe IgG è necessario consultare il proprio Medico per stabilire, sulla base anche dei dati clinici, l’effettiva datazione del contagio pregresso.

Cosa sono gli anticorpi IgA del coronavirus?

Le IgA sono anche dette immunoglobuline secretorie: si tratta di una particolare classe di anticorpi che l’organismo produce in risposta a patogeni che entrano nel corpo attraverso le mucose (mucosa orale, nasale, ecc).Poiché il Sars-Cov-2 è un virus che entra nel corpo attraverso le vie respiratorie alcuni ricercatori hanno suggerito, e provato, che la ricerca degli anticorpi anti Sars-Cov-2 della classe IgA sia più efficace rispetto ai classici anticorpi della classe IgM nell’individuare soggetti che sono venuti a contatto con il virus. Il test sierologico eseguito nel nostro laboratorio include gli anticorpi della classe classe IgA anti Sars-Cov-2. Nostri dati preliminari, su soggetti che hanno ricevuto nei mesi scorsi una diagnosi ufficiale di Covid19 ed hanno effettuato il test sierologico presso il nostro laboratorio, confermano la presenza in questi soggetti di anticorpi della classe IgA.

Cosa significa negatività al test sierologico?

La negatività al test sierologico suggerisce che non vi è stato contatto con il virus Sars-Cov-2 ma non significa "assenza di virus Sars-Cov-2", in quanto il sierologico rileva gli anticorpi e non il virus. Inoltre, la negatività al test sierologico non può escludere di essere venuti a contatto con il virus in quanto può accadere, per esempio che il contagio è avvenuto da poco tempo e l'organismo non ha ancora sviluppato gli anticorpi oppure la quantità di anticorpi prodotta dall'organismo non è sufficientemente elevata da poter essere rilevata con i sistemi analitici di laboratorio oppure l'organismo ha prodotto anticorpi non rilevabili con i sistemi analitici di laboratorio. Pertanto, in caso di negatività al test sierologico è necessario continuare ad osservare tutte le misure di sicurezza stabilite dalle autorità competenti esattamente come prima di eseguire il test.

Cosa significano i parametri “specificità” e “sensibilità”?

I test di laboratorio (non solo quello per la rilevazione degli anticorpi anti Sars-Cov-2) sono caratterizzati da una loro “specificità” e “sensibilità” analitica. La sensibilità di un test anticorpale è la capacità del test di identificare i soggetti che presentano gli anticorpi prodotti dall’organismo in risposta ad un patogeno (in questo caso il Sars-Cov-2). Una sensibilità del 100% significa che tutti i soggetti che hanno sviluppato gli anticorpi vengono trovati positivi al test. La specificità di un test anticorpale è la capacità del test di identificare come positivi solo i soggetti che hanno anticorpi specifici per un determinato patogeno e non per altri patogeni simili o affini; inoltre la specificità di un test è la capacità di individuare i soggetti che non presentano gli anticorpi perché non li hanno effettivamente sviluppati non essendo mai venuti a contatto con il virus. Una specificità del 100% significa che tutti i soggetti che non hanno sviluppato gli anticorpi vengono trovati negativi al test, e tutti i positivi hanno anticorpi specifici per quel determinato virus e non per altri virus con struttura analoga o simile o varianti del virus. Nel nostro referto del test sierologico sono riportati i dati di sensibilità e specificità per ogni singola classe di anticorpo.

In caso di positività al test sierologico viene fatta una segnalazione?

Si, in tutti i casi di positività (per qualsiasi tipo di anticorpo) viene fatta una segnalazione al Medico Curante.